Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘emergenza rifiuti’

LA CAMPANIA VITTIMA DELLA STRAGE del … DIRITTO

                                ovvero di

” COMMISSARI – 007 ”  con licenza di uccidere … la legge 

Testo di Serena Romano

Sono ormai sei giorni – e come si vede dalla fotografia, altrettante notti – che i cittadini di Sant’Arcangelo Trimonte continuano la protesta in catene sotto la Prefettura di Benevento contro la discarica destinata a distruggere la vita del paesino del Sannio: il mega impianto, infatti, di dimensioni sproporzionate rispetto al territorio comunale di appena 9 chilometri quadrati, obbligherà gli abitanti a convivere con i rifiuti a poche centinaia di metri da casa e ad affacciarsi, anziché su una splendida vallata, su un aberrante panorama di monnezza.


Ma la Valutazione di Impatto Ambientale ne ha tenuto conto? La risposta è no. Per il semplice motivo che la VIA non è stata richiesta. Adesso, di fronte alle proteste dei cittadini, pare che verrà avviata… ma contemporaneamente all’inizio dei lavori!
Anche questa discarica, dunque, verrà costruita in deroga e in dispregio a quanto prescrivono le leggi italiane e le direttive europee a tutela dei cittadini: così come già avvenuto per l’inceneritore di Acerra, per i tanti siti di stoccaggio e per le numerose discariche avviate in questi anni dai commissari straordinari per i rifiuti che, come il personaggio del grande schermo “l’agente 007”, hanno avuto licenza di … “uccidere” la legge.

Per questo gli abitanti di Sant’Arcangelo Trimonte si sono incatenati sotto il Palazzo del Governo: per dire che oggi in Campania i cittadini hanno perso i diritti garantiti dalla Costituzione e sono diventati schiavi. Una schiavitù provocata dal protrarsi per 14 anni – contro i principi dello Stato di Diritto – delle procedure di emergenza che consentono ai commissari straordinari nominati dal Governo di agire in deroga ad ogni legge dello Stato.
Le procedure di emergenza, infatti, se ben utilizzate, sono uno strumento prezioso per risolvere situazioni emergenziali: ma stravolte come accaduto in Campania, hanno provocato dei veri e propri “mostri” giuridici responsabili di uno “spappolamento giuridico”  che rivela come la Campania sia diventata una sorta di Far West. Unica differenza: in America la legge del più forte veniva fatta rispettare con la pistola, in Campania con l’esercito (come rivela il seguito nella 11° puntata di “Verità- Rifiuti”)

( 11° puntata – continua )

Read Full Post »

NON  VOTARE   E’  UN  DIRITTO  DEL  CITTADINO:  “IL DIRITTO  ALLA RESISTENZA”   COME  SPIEGA   IL  PROFESSORE  LUCARELLI  IN  QUESTA  INTERVISTA

“Stracciate la scheda elettorale nei Comuni in cui il problema dei rifiuti non è stato risolto”. Questo il messaggio inviato da Fiorello attraverso la sua trasmissione radiofonica che ha scatenato un putiferio. La levata di scudi della “casta politica” contro di lui e il suo “demagogico qualunquismo”, infatti, è stata compatta. Invece chi sceglie il “non voto” come protesta contro un disastro ambientale che nei fatti non si vuole bloccare, è inattaccabile dal punto di vista del Diritto: lo dimostra Alberto Lucarelli, ordinario di Diritto Pubblico all’Università Federico II di Napoli e presidente delle Assise della città di Napoli nell’intervista rilasciata al nostro blog (che puoi leggere nella pagina Verità rifiuti).

.

(4° puntata – continua)

Read Full Post »

INTELLIGHENZIA E CENSURA

testo di Serena Romano

Ecco un’altra di quelle notizie che non trovano eco sulla stampa italiana, perchè la dicono lunga sull’intreccio di interessi e compromessi che coinvolgono chi, più di tutti, potrebbe risolvere il problema dei rifiuti in Campania: il mondo accademico napoletano.
Qual è la notizia? Che proprio nel contesto universitario che dovrebbe essere caratterizzato dalla libera circolazione delle idee, è stato vietato diffondere voci di denuncia “fuori dal coro”. Lo rivela Franco Ortolani, ordinario di Geologia alla Federico II di Napoli, in una mail che in rete sta facendo scalpore insieme all’appello ai colleghi ad assumersi le proprie responsabilità, che gli è stato censurato. Un articolo che fa il paio con “Intellettuali senza coraggio cortigiani della politica” del professor Benedetto De Vivo, ordinario di Geochimica Ambientale presso l’Università di Napoli Federico II e adjunct professor Virginia Polytechnic Institute & State university Blacksburg (puoi leggerli entrambi cliccando qui o nella pagina “Documentazione Rifiuti”). Due voci dissonanti – non a caso, appartenenti al comitato scientifico delle Assise di Palazzo Marigliano – che infastidiscono e imbarazzano l’ambiente universitario: come emerge dalla mail (pubblicata nella pagina “Verità – rifiuti”) in cui Ortolani racconta come, per “disposizioni superiori”, del suo articolo sia stata impedita la divulgazione.
.

(3° puntata – continua)

Read Full Post »